Decreto 81/2008 - Formazione e informazione dei lavoratori sulla sicurezza

Il Decreto Legislativo 81/08 (che ha abrogato il d.lgs. 626/94) negli articoli 36 e 37 impone al datore di lavoro di provvedere ad erogare sufficiente ed adeguata formazione ed informazione a ciascun lavoratore su rischi per la salute e sicurezza sul lavoro connessi alla attività della impresa in generale, procedure che riguardano il primo soccorso, la lotta antincendio, l’evacuazione dei luoghi di lavoro, sui rischi specifici cui è esposto in relazione all’attività svolta, le normative di sicurezza e le disposizioni aziendali in materia, pericoli connessi all’uso delle sostanze e dei preparati pericolosi sulla base delle schede dei dati di sicurezza previste dalla normativa vigente e dalle norme di buona tecnica, sulle misure e le attività di protezione e prevenzione adottate.
Il contenuto dei corsi deve essere facilmente comprensibile per i lavoratori e deve consentire loro di acquisire le relative conoscenze.
Il datore di lavoro assicura che ciascun lavoratore riceva una formazione sufficiente ed adeguata in materia di salute e sicurezza, anche rispetto alle conoscenze linguistiche, con particolare riferimento a: concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione della prevenzione aziendale, diritti e doveri dei vari soggetti aziendali, organi di vigilanza, controllo, assistenza; rischi riferiti alle mansioni e ai possibili danni e alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristici del settore o comparto di appartenenza dell'azienda.
 
La formazione e, ove previsto, l'addestramento specifico devono avvenire in occasione:
  1. della costituzione del rapporto di lavoro o dell'inizio dell'utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;
  2. del trasferimento o cambiamento di mansioni;
  3. della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi.
 
La formazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti deve essere periodicamente ripetuta in relazione all'evoluzione dei rischi o all'insorgenza di nuovi rischi.
 
Il Videocorso OttoUno è stato appositamente progettato da Mega Italia Media per consentire al datore di lavoro, al formatore docente della sicurezza, all'RSPP o al consulente di erogare corsi di informazione e formazione particolarmente efficaci, approfonditi e, nel contempo, semplici da seguire. 
Il linguaggio televisivo, ricco di esemplificazioni, rende il corso particolarmente gradevole da seguire da parte dei lavoratori. 
Il kit didattico, acquistabile da questa pagina, comprende un DVD con il videocorso, slides in formato .ppt commentate per dare al docente una traccia da seguire in aula, test di verifica dell'apprendimento, manuale illustrato a colori acquistabile in più copie, dispensa stampabile, poster sulla segnaletica della sicurezza e altri documenti operativi per la corretta gestione del corso (programma del corso, registro presenze, questionario di gradimento e modello di attestato).
L'utilizzo del Videocorso OttoUno consente di avere a disposizione uno strumento ripetibile per adempiere con efficacia agli obblighi informativi e formativi.
 
Videocorso di formazione generale dei lavoratori sulla sicurezza

Per acquistare, clicca sul pulsante ACQUISTA e CONFERMA ORDINE. Il corso è in pronta consegna.

OttoUno - D.Lgs. 81/2008

Formazione e informazione generale dei lavoratori sulla sicurezza e salute sul lavoro

DETTAGLI:

Categoria:Videocorsi in DVD
Produzione:Mega Italia Media
Editore:Mega Italia Media
Autore:Mega Italia Media
Durata:70 minuti
Pagine:64
Slide:138
Composizione:DVD, Manuale, Manuale Tutor, Poster, Schede di valutazione, Slides .ppt, Documenti
Peso:1,10 KG
 
Anteprima video:
Anteprima PDF:
 
Codice:DVD073
Prezzo: 299,00 € (-20%)
239,20 €
IVA:22%
Scala sconti:Vedi dettaglio prezzi


Mettinenel carrello


IMMAGINI:

CONDIVIDI:
OttoUno - D.Lgs. 81/2008


DESCRIZIONE:

<#? DYNTABLE-4-1-FIELD-9 ?#>
La soluzione per attuare quanto richiesto dal decreto legislativo 81/2008 in merito alla informazione e formazione generale dei lavoratori sulla sicurezza nei luoghi di lavoro (Art. 36 e 37).
Il Videocorso OttoUno aiuta il datore di lavoro o il consulente a risolvere gli obblighi di formazione e informazione previsti dalla legge per tutti i lavoratori, efficacemente, economicamente ed in modo ripetibile. Abbinato al corso un poster che illustra la segnaletica di sicurezza.
 
PROGRAMMA DEL CORSO:
  1. Aspetti normativi e legislativi
    - Il Decreto legislativo 81 del 2008

  2. Aspetti generali
    - La valutazione dei rischi aziendali e i pericoli in azienda
    - Il Servizio di prevenzione e protezione
    - Il Documento di analisi dei rischi
    - La riunione periodica di prevenzione e protezione dai rischi
    - Le figure chiave della sicurezza in azienda
    - Il Medico competente
    - Il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza
    - Il preposto
    - I lavoratori

  3. I rischi per la salute
    - Le informazioni sulla tutela della maternità e paternità al lavoro

  4. I rischi dell’ambiente di lavoro
    - I luoghi di lavoro (luoghi di passaggio, cadute, scale, segnaletica)

  5. Le misure di prevenzione generali
    - Le procedure di primo soccorso
    - La gestione dell’emergenza e dell’evacuazione
    - Le procedure antincendio e di utilizzo di estintori e idranti

  6. Le misure di prevenzione specifiche
    - Il lavoro al videoterminale (compreso l’utilizzo dei PC portatili)
    - La movimentazione manuale dei carichi
    - Attrezzature di lavoro
    - Il rischio elettrico
    - Dispositivi di protezione individuale
    - Agenti cancerogeni e biologici

VIDEO DIMOSTRATIVO:



 
 
SLIDES:
 
Il corso contiene anche Slides in formato PowerPoint® da utilizzare in aula per commentare e approfondire il corso, alternare la proiezione dei filmati e guidare il formatore nell’esposizione. Le slides sono modificabili ed integrabili dal docente con eventuali contenuti personalizzati e specifici (files sul DVD)
Vedi anteprima slides cliccando sulle immagini qui sopra.
 
 
DOCUMENTI:
 
Il corso contiene anche una dispensa stampabile per gli allievi con le slides, programma del corso, registro presenze, questionario di gradimento e modello di attestato (files sul DVD).



OttoUno - D.Lgs. 81/2008
Codice:DVD073
Prezzo: 299,00 € (-20%)
239,20 €
IVA:22%
Mettinenel carrello

I videocorsi sono rivolti alla formazione dei lavoratori, sia per i rischi di carattere generale, sia per i rischi specifici delle diverse professioni e delle diverse lavorazioni. In ogni videocorso sono svolti tutti gli argomenti previsti per legge riguardo al tema, accompagnando le spiegazioni testuali con dei video esplicativi basati su reali situazioni di sicurezza aziendale.
I videocorsi vengono acquistati una volta, ma possono essere utilizzati più volte (specialmente in tutte le situazioni che richiedono la ripetizione degli stessi contenuti come la formazione dei nuovi assunti, la formazione per mansioni specifiche, ecc.) e consentono una formazione completa e controllata.
 
Il cofanetto dei videocorsi Mega Italia Media contiene:
 
n.1 DVD
Supporto digitale di alta qualità con un indice a menù che permette di vedere il filmato per intero, oppure di scegliere direttamente il capitolo desiderato. In una cartella del DVD sono disponibili i test presenti nel corso con le risposte esatte.
 
n.1 MANUALE PER IL CORSISTA
Tutte le informazioni presentate nel videocorso sono raccolte in un pratico manuale che consente una miglior preparazione del corso e agevola il ripasso degli argomenti trattati. Il manuale è acquistabile anche separatamente dal videocorso in più copie, per poter essere fornito a tutti coloro che stanno svolgendo il corso.
 
n.2 SCHEDE DI VALUTAZIONE
Queste schede consentono al docente di verificare la comprensione dei contenuti del corso e documentare l’avvenuta formazione ai lavoratori, come richiesto dal D. Lgs. 81/08.
 
n.1 MANUALE PER IL TUTOR
Breve manuale rivolto al formatore/tutor che spiega come preparare la sessione didattica e come utilizzare al meglio ogni elemento del corso per rendere massima l’efficacia formativa.
 
SLIDES
Slides in formato .ppt da utilizzare per commentare e approfondire i corsi, alternare la proiezione dei filmati e guidare il formatore nell'esposizione.
 
DOCUMENTI
Documenti operativi stampabili, il programma del corso, il registro presenze, il questionario di gradimento, il modello di attestato.
 

SEZIONE IV - FORMAZIONE, INFORMAZIONE E ADDESTRAMENTO

N° 2 articoli (da art. 36 a art. 37)

Articolo 36 - Informazione ai lavoratori

  1. Il datore di lavoro provvede affinché ciascun lavoratore riceva una adeguata informazione:
    a) sui rischi per la salute e sicurezza sul lavoro connessi alla attività della impresa in generale;
    b) sulle procedure che riguardano il primo soccorso, la lotta antincendio, l’evacuazione dei luoghi di lavoro;
    c) sui nominativi dei lavoratori incaricati di applicare le misure di cui agli articoli 45 e 46;
    d) sui nominativi del responsabile e degli addetti del servizio di prevenzione e protezione, e del medico competente.
    (Arresto da due a quattro mesi o con l’ammenda da 1.200 a 5.200 euro il datore di lavoro ‐ dirigente)

  2. Il datore di lavoro provvede altresì affinché ciascun lavoratore riceva una adeguata informazione:
    a) sui rischi specifici cui è esposto in relazione all’attività svolta, le normative di sicurezza e le disposizioni aziendali in materia;
    b) sui pericoli connessi all’uso delle sostanze e dei preparati pericolosi sulla base delle schede dei dati di sicurezza previste dalla normativa vigente e dalle norme di buona tecnica;
    c) sulle misure e le attività di protezione e prevenzione adottate.
    (Arresto da due a quattro mesi o con l’ammenda da 1.200 a 5.200 euro il datore di lavoro ‐ dirigente)

  3. Il datore di lavoro fornisce le informazioni di cui al comma 1, lettere a,) e al comma 2, lettere a), b) e c), anche ai lavoratori di cui all’articolo 3, comma 9.

  4. Il contenuto della informazione deve essere facilmente comprensibile per i lavoratori e deve consentire loro di acquisire le relative conoscenze. Ove la informazione riguardi lavoratori immigrati, essa avviene previa verifica della comprensione della lingua utilizzata nel percorso informativo.
 

Articolo 37 - Formazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti

  1. Il datore di lavoro assicura che ciascun lavoratore riceva una formazione sufficiente ed adeguata in materia di salute e sicurezza, anche rispetto alle conoscenze linguistiche, con particolare riferimento a:
    a) concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione della prevenzione aziendale, diritti e doveri dei vari soggetti aziendali, organi di vigilanza, controllo, assistenza;
    b) rischi riferiti alle mansioni e ai possibili danni e alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristici del settore o comparto di appartenenza dell’azienda.
    (Arresto da due a quattro mesi o con l’ammenda da 1.200 a 5.200 euro il datore di lavoro ‐ dirigente)

  2. La durata, i contenuti minimi e le modalità della formazione di cui al comma 1 sono definiti mediante accordo in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano adottato, previa consultazione delle parti sociali, entro il termine di dodici mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto legislativo.

  3. Il datore di lavoro assicura, altresì, che ciascun lavoratore riceva una formazione sufficiente ed adeguata in merito ai rischi specifici di cui ai titoli del presente decreto successivi al I. Ferme restando le disposizioni già in vigore in materia, la formazione di cui al periodo che precede è definita mediante l’accordo di cui al comma 2.

  4. La formazione e, ove previsto, l’addestramento specifico devono avvenire in occasione:
    a) della costituzione del rapporto di lavoro o dell’inizio dell’utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;
    b) del trasferimento o cambiamento di mansioni;
    c) della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi.

  5. L’addestramento viene effettuato da persona esperta e sul luogo di lavoro.

  6. La formazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti deve essere periodicamente ripetuta in relazione all’evoluzione dei rischi o all’insorgenza di nuovi rischi.

  7. I dirigenti e i preposti ricevono a cura del datore di lavoro, un’adeguata e specifica formazione e un aggiornamento periodico in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza del lavoro. I contenuti della formazione di cui al presente comma comprendono:
    a) principali soggetti coinvolti e i relativi obblighi;
    b) definizione e individuazione dei fattori di rischio;
    c) valutazione dei rischi;
    d) individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione.
    (Arresto da due a quattro mesi o con l’ammenda da 1.200 a 5.200 euro il datore di lavoro ‐ dirigente)

    7-bis. La formazione di cui al comma 7 può essere effettuata anche presso gli organismi paritetici di cui all’articolo 51 o le scuole edili, ove esistenti, o presso le associazioni sindacali dei datori di lavoro o dei lavoratori.

  8. I soggetti di cui all’articolo 21, comma 1, possono avvalersi dei percorsi formativi appositamente definiti, tramite l’accordo di cui al comma 2, in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano.

  9. I lavoratori incaricati dell’attività di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave ed immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell’emergenza devono ricevere un’adeguata e specifica formazione e un aggiornamento periodico; in attesa dell’emanazione delle disposizioni di cui al comma 3 dell’articolo 46, continuano a trovare applicazione le disposizioni di cui al decreto del Ministro dell’interno in data 10 marzo 1998, pubblicato nel S.O. alla G.U. n. 81 del 7 aprile 1998, attuativo dell’articolo 13 del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626.
    (Arresto da due a quattro mesi o con l’ammenda da 1.200 a 5.200 euro il datore di lavoro ‐ dirigente)

  10. Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza ha diritto ad una formazione particolare in materia di salute e sicurezza concernente i rischi specifici esistenti negli ambiti in cui esercita la propria rappresentanza, tale da assicurargli adeguate competenze sulle principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi stessi.
    (Arresto da due a quattro mesi o con l’ammenda da 1.200 a 5.200 euro il datore di lavoro ‐ dirigente)

  11. Le modalità, la durata e i contenuti specifici della formazione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza sono stabiliti in sede di contrattazione collettiva nazionale, nel rispetto dei seguenti contenuti minimi: a) principi giuridici comunitari e nazionali; b) legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro; c) principali soggetti coinvolti e i relativi obblighi; d) definizione e individuazione dei fattori di rischio; e) valutazione dei rischi; f) individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione; g) aspetti normativi dell’attività di rappresentanza dei lavoratori; h) nozioni di tecnica della comunicazione. La durata minima dei corsi è di 32 ore iniziali, di cui 12 sui rischi specifici presenti in azienda e le conseguenti misure di prevenzione e protezione adottate, con verifica di apprendimento. La contrattazione collettiva nazionale disciplina le modalità dell’obbligo di aggiornamento periodico, la cui durata non può essere inferiore a 4 ore annue per le imprese che occupano dai 15 ai 50 lavoratori e a 8 ore annue per le imprese che occupano più di 50 lavoratori.

  12. La formazione dei lavoratori e quella dei loro rappresentanti deve avvenire, in collaborazione con gli organismi paritetici, ove presenti nel settore e nel territorio in cui si svolge l’attività del datore di lavoro, durante l’orario di lavoro e non può comportare oneri economici a carico dei lavoratori.

  13. Il contenuto della formazione deve essere facilmente comprensibile per i lavoratori e deve consentire loro di acquisire le conoscenze e competenze necessarie in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Ove la formazione riguardi lavoratori immigrati, essa avviene previa verifica della comprensione e conoscenza della lingua veicolare utilizzata nel percorso formativo.

  14. Le competenze acquisite a seguito dello svolgimento delle attività di formazione di cui al presente decreto sono registrate nel libretto formativo del cittadino di cui all’articolo 2, comma 1, lettera i), del decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276, e successive modificazioni “se concretamente disponibile in quanto attivato nel rispetto delle vigenti disposizioni”. Il contenuto del libretto formativo è considerato dal datore di lavoro ai fini della programmazione della formazione e di esso gli organi di vigilanza tengono conto ai fini della verifica degli obblighi di cui al presente decreto.


Corsi in aula in partenza
Corsi di formazione tratti da www.corsisicurezzaitalia.it

Antincendio - Formazione Base - ADDETTO ANTIN...
Cagliari, 04/08/2014
 
Antincendio - Formazione Base - ADDETTO ANTIN...
Cagliari, 04/08/2014
 
Antincendio - Formazione Base - ANTINCENDIO R...
Cagliari, 04/08/2014
 
Antincendio - Aggiornamento - AGGIORNAMENTO A...
Cagliari, 04/08/2014
 
Antincendio - Aggiornamento - AGGIORNAMENTO A...
Cagliari, 04/08/2014

Rivenditori in tutta Italia

Rivenditori sulla sicurezza nei luoghi di lavoro in tutta Italia: Punti Visione e Centri Autorizzati Safety Academy